La famiglia come nucleo protosociale primario

famigliaLa famiglia naturale, rappresenta l’archetipo, dell’amplificato riflesso comportamentale del macrocosmo sociale, ne è “Pietra Angolare” e quindi, primario elemento forgiatore dell’individuo, agendo direttamente sulla sua crescita psicofisica ed ideale. Quindi la stessa diviene colonna protosociale portante, ma nel contempo, anche gravosamente investita di una immane responsabilità in quanto essa ha il primato del ruolo educativo in senso nazionale della prole. 

GENE SOCIALE

Il nucleo familiare naturale, assume al proprio interno, un comportamento, in cui l’elemento di coesione, é rappresentato da un comune senso di appartenenza e di reciproca dipendenza, che identificano il Corpus Familia e da cui scaturiscono quegli elementi legati alla sfera emozionale che si traducono in reciprocità affettiva. Tale affettività consolida le condizioni necessarie allo sviluppo delle dinamiche comportamentali riferibili ad un sistema organicista; l’organicismo  diviene quindi matrice propulsiva ed elemento consolidante ed armonizzante dell’esercizio familiare. Questo dovrebbe indurre ad un’attenta ed approfondita valutazione dell’importanza di adoperarsi al fine di rendere consapevoli le famiglie nell’ambito dell’esercizio della genitorialità, dell’immenso valore sociale di questa funzione. In questo senso fondamentale è l’elaborazione di un modello educativo che sviluppi nella prole una consapevolezza dell’immenso valore e dell’efficacia di un sistema basato su un’architettura organicista e che sviluppi nella stessa, una concezione sostanzialmente organica della “Polis” nell’accezione greca del termine, assumendo una forma mentis ed un modus operandi, ripropositivo della stessa nella creazione, nel consolidamento e nello sviluppo di un modello sociale realmente condiviso e coeso.

DALLA FAMIGLIA ALLA NAZIONE

Marco Aurelio, imperatore romano e filosofo diceva: “Di ogni cosa chiediti che cosa è in se, cosa fa”.

La struttura familiare, organizzata secondo un preciso schema gerarchico-funzionale, si fonda su un principio che attribuisce alla stessa, un carattere esclusivo. Cio in ragione al fatto che essa si costituisce, nel caso dei coniugi, per affinità elettive e per la prole, con legame di sangue. Il vincolo del sangue, diviene elemento identificante e quindi cerificante del coniugio, in quanto, per imprimatur naturale, la prole, é depositaria del “continuum familia” che consente di perpetuare geneologicamente , il legame del sangue e  divenendo per questo motivo, unico elemento di continuità dell’identità familiare. Ogni altro individuo non in possesso di questi due requisiti e considerando che esistono comunque eccezioni alla regola (adozioni e affiliazioni) , non viene considerato facente parte della famiglia, ma esterno ad essa e quindi, ad essa estraneo. In ciò si concretizza, il già citato carattere esclusivo in cui la famiglia è strutturata.

Stessa cosa avviene nella costruzione di una Nazione che, per affinità di Sangue e di Suolo,  riconosce i propri appartenenti, facenti parte di un unico ente sociale esclusivo. Le singole unità sociali, si identificano all’interno della comunità, con una certificazione genitoriale ed acquisiscono nel contempo, una denominazione che ne consente l’identificazione in senso comunitario e quindi nazionale.

A rafforzare ulteriormente l’elemento legato al legame del Sangue, é un altro termine utilizzato nell’identificazione di una comunità nazionale è il termine PATRIA, che in latino sta a significare: “Terra dei Padri”, termine che a maggior ragione, fa comprendere che un Comune Senso di Appartenenza (sentimento nazionale), fondato sul concetto di Patria, fa implicitamente riferimento al suddetto legame che oltretutto, è termine rappresentativo di una molteplicità di concetti attraverso i quali si arriva alla creazione di un Comunità Popolare in quanto in essa confluiscono le realtà storiche, sociali. Culturali e spirituali di un Popolo e la Sua stessa ragion d’essere.

Marcello Micugliani

6 pensieri su “La famiglia come nucleo protosociale primario

  1. L’attacco alla famiglia è stato l’obiettivo primario della giudeo-massoneria; attraverso la disgregazione della famiglia si è giunti alla contrapposizione generazionale,con il risultato che si è perso il senso di appartenenza alla comunità nazionale legata da vincoli culturali, storici, linguistici, tradizionali.

    "Mi piace"

  2. Propongo che nel mese di maggio 20116 sia indetta una manifestazione nazionele delle MADRI D ITALIA per manifestare contro la precarizzazione del lavoro e la morte sociale a cui i loro e nostri figli sono condannati. La precarizzazione del lavoro rappresenta la nuova forma di ricatto a cui la classe operaie in toto viene sottoposta. NO TEORETICA, NO DIALETTICA, NO PSEUDOCULTURA … AZIONE.

    Marcello Micugliani

    "Mi piace"

  3. Tutti hanno percorso parte della loro vita nell alveo familiare ma sembra che nessuno si renda conto che la diaspora familiare, la cellula sociale da cui tutto promana, si sia trasformata in una celllula anaerobica e quindi tumorale e che a causa di cio, la societas stia divenendo un corpo malato in cui le metastasi proliferano … chi ha orecchie per intendere … intenda …

    Marcello Micugliani

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.