Rivoluzioni colorate: Macedonia e Africa ancora zone a rischio

Quelle di Praga e Budapest furono tra le prime; una meno nota ma che preoccupa l’intero scacchiere mediterraneo sta giacendo sotto la brace in Macedonia. Sono le cosiddette “rivolte (o rivoluzioni) colorate”, insurrezioni non spontanee, eterodirette dall’estero (quasi sempre occidente) e spesso finanziate dal magnate George Soros, per sua stessa dichiarazione. La crisi ucraina ne è…